Il piatto preferito da Domenico impegna mamma Chiara per parecchio tempo.

Lo stoccafisso deve sempre essere prima ammollato per due giorni e due notti in acqua e, durante l’operazione, è necessario cambiarla. Il terzo giorno il pesce viene fatto sobbollire lentamente in acqua salata quindi la cuoca lo pulisce e spezzetta con cura. Nel frattempo prepara un soffritto di cipolla bianca e acciughe sminuzzate in abbondante olio d’oliva. Quando il composto diventa dorato ci aggiunge il baccalà, lo ricopre di latte e lo lascia bollire per due o tre ore. Una manciata di grana aggiunta due minuti prima di spegnere il fuoco, è il tocco di mamma Chiara per insaporire ulteriormente il piatto.
Ricordi della cuoca: un tempo al posto delle acciughe si utilizzavano le sardine sotto sale che sono molto più ricercate.
Vino in abbinamento: Chardonnay, Linea il Tralcetto,http://bit.ly/1z1helD