“Venezia è piccola, puoi permetterti di perderti senza mai uscirne davvero.”
Tiziano Scarpa

Venezia

Non ha di certo bisogno di troppe presentazioni: quanti aggettivi servirebbero per descrivere colori, odori ed atmosfere tipiche di calli e campielli di questa città unica al mondo? Venezia è stata infatti proclamata dall’UNESCO uno tra i patrimoni dell’umanità, non solo per le sue ricchezze artistiche, ma anche per la straordinaria compenetrazione tra attività dell’uomo e paesaggio naturale delle lagune.
L’acqua del mare e della laguna sono inscindibili dalla terra, i canali scorrono lenti sotto i ponti storici e formano un tutt’ uno con le calli, sconfinando talvolta dai propri letti ed accompagnano i turisti dentro le chiese e i musei ed accogliendoli sotto le passerelle di piazza San Marco.

Venezia è storia e tradizione: tra i suoi simboli il Leone di San Marco, gli innumerevoli colombi che un’antica leggenda descrive come sacri per gli isolani e la gondola, tra gli appuntamenti più attesi la tradizionale Mostra del cinema ed il Carnevale, durante il quale Venezia propone alcuni dei suoi piatti più caratteristici, come le sarde in saor, i numerosi cicchetti e le castagnole.

Semplicemente passeggiando, e magari perdendosi nel magico labirinto di calli, campi, rii e sestrieri ci si ritrova immersi nell’arte e nei suoi tesori in tutte le sue forme, negli innumerevoli musei e Chiese: Venezia è uno dei palcoscenici più straordinari al mondo, dove la bellezza si riflette nelle tranquille acque della laguna e dove tutto è poesia.

Per capire a fondo questa città ed i suoi emozionanti incantesimi occorre abbandonare i percorsi turistici tradizionali ed immergersi in quel labirinto in cui terra ed acqua si fondono continuamente, anche nel silenzio misterioso della notte quando la città diventa ancora più straordinaria e sognante.

Il litorale veneto

Si sviluppa a partire dall’estremità meridionale della laguna veneziana, tra Chioggia e Sottomarina, il lungo litorale del Veneto tra profonde spiagge di finissima sabbia dorata e verdi pinete: sole e divertimento, strutture ricettive attrezzate e scorci di natura selvaggia per un turismo che non conosce età.

Il lido di Jesolo, con i suoi 15 km di arenile di sabbia di origine dolomitica tra le foci del Piave e del Sile, ospita ogni anno oltre 10 milioni di turisti: i bassi fondali, gli itinerari nel verde, le passeggiate a cavallo e le escursioni in bicicletta ne fanno un paradiso per le famiglie, ma l’intensa vita notturna con le sue moderne discoteche, veri templi del divertimento, è un richiamo irresistibile per i giovani di tutt’Europa che popolano la notte.

Caorle, pur essendo oggi, con Porto Santa Margherita e Duna Verde, un moderno centro turistico conosciuto in tutta Europa, ha mantenuto intatta la caratteristica di borgo di pescatori profondamente legato alle sue antiche tradizioni, con le sue policrome case colorate e l’antico porto peschereccio.

Bibione, l’estremo insediamento settentrionale della costa veneta, e la sua vita di spiaggia particolarmente vivace, le attrezzature adatte ad ogni tipo di turista e turismo, il suo centro termale, la verde pineta ed il vecchio faro lo hanno reso negli ultimi anni meta privilegiata di vacanzieri da tutto il mondo.