“Il vino porta alla luce i segreti nascosti dell’anima”
Orazio

La Natura

Da sempre siamo convinti che “un buon vino nasce nel vigneto e matura in cantina”, cerchiamo di salvaguardare la salute ed il benessere dei nostri vigneti, del suolo, degli animali e degli insetti che li abitano, ma anche dei nostri consumatori. La zona del Piave è ricca di corsi d’acqua e di sorgenti naturali che creano un habitat idoneo allo sviluppo ed alla crescita della vegetazione tipica (siepi) e della fauna locale.
Ecco perché interveniamo a difesa delle culture solo laddove necessario, con sostanze naturali, vegetali, animali o minerali, a basso dosaggio ed impatto ambientale: estratti di piante, insetti utili che predano i parassiti, farina di roccia, zolfo e verderame per correggere struttura e caratteristiche chimiche del terreno e difendere le coltivazioni dalle crittogame.

Viviamo in prima persona tra le viti, gestendo la coltivazione nei vigneti con un accurato lavoro manuale, preservando i loro equilibri grazie a mezzi naturali ed ecologici, valutando l’effettiva necessità di un trattamento prima di effettuarlo, in base ai dati climatici ed alle osservazioni fatte sul campo e promuovendo la qualità delle uve.

Non “forziamo” in alcun modo le piante con concimazioni chimiche, ma ricerchiamo la “fertilità” del terreno, favorendo la naturale attività dei microrganismi e dei minerali già presenti in modo che possano liberamente alimentare le radici delle nostre piante, ottimizzando i rapporti “vegeto-produttivi” nel rispetto assoluto dell’ambiente, del territorio e delle stagioni.

Di ogni terreno distinguiamo le peculiarità territoriali e microclimatiche, dividendo la produzione in 6 vigneti per valorizzare la complessità e le potenzialità di ciascuna, garantendo un perfetto equilibrio tra vite e territorio e curando ogni vigneto con la passione che da sempre contraddistingue il nostro lavoro.