La storia della nostra famiglia Cescon

C’è una grande passione per il vino nella storia della nostra azienda che nasce nel 1957 a 30 km circa da Treviso dall’intuito e dal coraggio del fondatore, nostro padre Italo Cescon e che prosegue oggi con l’amore di noi figli, Gloria, Graziella e Domenico, custodi assieme a mamma Chiara delle memorie e dei segreti di una famiglia vocata all’enologia. Oggi siamo interpreti in modo moderno e brillante di una gloriosa tradizione e produttori di vini Doc Piave, Friuli e Valdobbiadene.

Le Origini

Nel 1954 nostro padre Italo, terminato il servizio militare, scelse di seguire le orme del nonno Domenico che già produceva vino, soprattutto Raboso Doc Piave per le famiglie della borgata. Diede vita ad una piccola cantina, l’Enoteca Italo Cescon, da subito distintasi nella zona per la vendita di vino esclusivamente in bottiglia, specie per le Osterie ed i Ristoranti, vestendola da subito con un’immagine unica e ancor oggi quanto mai attuale: l’etichetta in carta paglia scritta interamente a mano e l’inconfondibile Tralcetto.

Nasce così Il Tralcetto, in un tiepido inverno del 1957, in una giornata di riposo per le campagne, da un legnetto nodoso raccolto tra i tralci di potatura da nonna Anna e legato con un nastrino al collo della bottiglia con l’aiuto del figlio Italo: da un gesto è nato un simbolo, il segno distintivo della nostra azienda che continua ancora oggi a raccontare di noi.

Il Passato

E’ nel 1967, dopo gli ingenti danni dell’alluvione del 6 novembre 1966 che la nostra famiglia si è trasferita nella sede attuale dell’azienda a Roncadelle. Questo per dar seguito alle necessità di ampliamento della sede logistica e produttiva visto il progredire della distribuzione che vedeva già i nostri vini ben posizionati sui mercati di Roma e Milano.

Gli Anni Settanta hanno segnato l’affermarsi dei nostri prodotti anche a livello europeo con le prime richieste di esportazione in Germania, in Svizzera ed in Francia, a testimonianza dell’innata capacità imprenditoriale di nostro padre, capace di far apprezzare i nostri vini al mercato dell’alta gastronomia e dei ristoranti del Vecchio Continente.

A metà degli Anni Ottanta, ultimati i lavori di ammodernamento della cantina e dopo l’estirpo di una parte di vecchie viti di San Polo di Piave, sono state messe le fondamenta del vigneto de “La Cesura”, la nostra linea cru di vini Doc Piave che per un ventennio ci ha regalato importanti soddisfazioni e riconoscimenti anche a livello internazionale, in particolare con gli autoctoniRaboso Doc Piave e Manzoni Bianco 6.0.13, conosciuto anche come Incrocio Manzoni 6.0.13.

Il Presente

Dagli Anni 90 noi giovani della terza generazione, Gloria, Graziella e Domenico, abbiamo portato quel pizzico di entusiasmo e l’impulso giusto, fatto anche di ricerca e sperimentazione, per accrescere la riconoscibilità del nostro marchio e la qualità dei nostri prodotti e nel 2006, in risposta all’evoluzione delle esigenze del consumatore moderno sempre più competente e selettivo, si è reso necessario un restyling del marchio, anche de Il tralcetto, e dell’immagine aziendale Italo Cescon mantenendone intatta la storicità e la forza comunicativa.

Il 14 aprile del 2008, abbiamo impiantato nella nuova tenuta di 10 ettari in Via Pascoli a Fagarè, a pochi chilometri da Treviso, la prima barbatella di Incrocio Manzoni 6.0.13, frutto dei nostri sforzi e degli investimenti che cerchiamo di dedicare all’acquisto di nuove vigne, alla sperimentazione e all’ammodernamento.

L’obiettivo di oggi è lo stesso di cinquant’anni fa: guidati dalla tradizione che ci insegna il valore del tempo, della cura e del lavoro e dal rispetto per la terra e dall’amore per la genuinità, speriamo di poter diventare un punto di riferimento per gli estimatori del buon bere, consapevoli che la nostra zona, culla dei vini Doc Piave, potrà con certezza regalare alla nostra famiglia e a chi ci sostiene ancora preziose soddisfazioni.

“Ogni vino ha un’anima segreta. La cercherai con la fatica e la svelerai soltanto con l’amore”
Italo Cescon