guida dei vini italiani 2007 luca maroni

La polpa e la consistenza maggiore è invece del denso Chardoonay “La cesura” 2005.
Cresciuta la qualità dei bianchi di Italo Cescon, con la loro grande integrità ossidativa residua che qualificherebbe sostanzialmente intensità e durevolezza dei suoi rossi.
Ove più turgidi riveleranno gran frutto il Cabernet “La Cesura” 2003 e il bordolese Merlot “La Cesura” 2003. Lo stesso il Raboso “La Cesura” 2002, fra i più ricchi in circolazione.

Piave Cabernet Riserva “La Cesura” 2003 – 82punti
Piave Merlot Riserva “La Cesura” 2003 – 82 punti
Amaranto 72 Riserva 2003 – 81 punti
Piave Raboso “La Cesura” 2002 – 80 punti
Piave Chardonnay “La Cesura” 2005 – 79 punti
Manzoni Bianco 6.0.13 “La Cesura” 2005 – 79 punti
Piave Pinot Grigio “La Cesura” 2005 – 79 punti
Italo 06 2004 – 78 punti
Muller Thurgau 2005 – 78 punti